Attualità
l'invasione

Cesena, l'incubo delle cavallette è tornato e potrebbe espandersi in tutta l'Emilia

La situazione preoccupa molto, poiché gli insetti stanno invadendo, oltre ai campi, anche strade e abitazioni.

Cesena, l'incubo delle cavallette è tornato e potrebbe espandersi in tutta l'Emilia
Attualità Reggio Emilia, 28 Giugno 2022 ore 10:35

CESENA - Era già successo a luglio dello scorso anno e in questi giorni sciami enormi di cavallette sono tornati all'attacco per devastare dei campi coltivati nella zona di Casalbono, nella località di Case Venzi.

Tornato l'incubo delle cavallette: le zone colpite

Come riportano i colleghi di Prima Modena a quanto pare, l'invasione non si concentra soltanto a Casalbono, ma sembra sia stata colpita anche la zona di Rachio. E sembra che gli insetti non si accontentino soltanto dei campi e invadano anche le strade e, talvolta, le abitazioni. Le zone più invase in questi giorni sono quelle lungo via Raggi della Torre, nel tratto oltre l’abitato, e via Comunale Casalbono, fin quasi al confine col territorio comunale di Meldola.

La preoccupazione è tanta e perfino maggiore rispetto allo scorso anno: "divorano tutto. Innanzitutto gli ortaggi, come i pomodori e i fagiolini, ma anche l’erba medica e addirittura le viti. Qua siamo quasi tutti agricoltori e viviamo di questo. La situazione è già difficile per tante ragioni, compresa la siccità. Chiediamo aiuto al Comune o a chi di dovere per trovare una soluzione", questo l'appello dei cittadini vittime dell'invasione.

Un rimedio efficace è quasi inesistente

A favorire l'invasione è stato sicuramente il caldo e la siccità degli ultimi periodi, condizione ottimale per la riproduzione di questi insetti. Il vero problema è che, una volta diventate adulte, quando le cavallette si presentano in massa ogni rimedio risulta quasi vano.

Infatti, nel 2021, il Servizio sanitario regionale aveva comunicato che per far fronte al problema bisognava intervenire in autunno, con un'aratura profonda dei campi che avrebbe dovuto distruggerne le uova. Ma a quanto pare il consiglio non è stato ascoltato, oppure non è bastato, e l'incubo è tornato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter