Attualità
i divieti

Reggio Emilia, firmate quattro ordinanze sul consumo di alcol negli spazi pubblici

I divieti saranno in vigore fino al 31 ottobre 2022 e prevedono diverse sanzioni per il mancato rispetto da parte di singoli o attività.

Reggio Emilia, firmate quattro ordinanze sul consumo di alcol negli spazi pubblici
Attualità Reggio Emilia, 30 Giugno 2022 ore 10:37

REGGIO EMILIA - Sono in vigore fino al 31 ottobre 2022 quattro ordinanze sindacali volte a favorire la convivenza civile e l’uso decoroso degli spazi pubblici e a contrastare l’abuso di sostanze alcoliche, in altrettanti quartieri e quadranti urbani di Reggio Emilia.

Quattro ordinanze sul consumo di alcol negli spazi pubblici

Le ordinanze prescrivono il divieto di consumo in spazi pubblici (eccetto distese e in concomitanza con sagre e altre manifestazioni pubbliche specifiche) di bevande alcoliche di ogni gradazione per tutto il giorno (24 ore) e la vendita da asporto delle stesse dalle ore 15 alle ore 7 del giorno seguente.

Le aree interessate sono:

  • Via Roma-Zona Teatri (consulta il dettaglio delle vie all'interno dell'ordinanza n.20/2022);
  • Santa Croce (consulta il dettaglio delle vie all'interno dell'ordinanza n.21/2022);
  • zona Stazione (consulta il detaglio delle vie all'interno dell'ordinanza n.19/2022);
  • Via Filzi, Santo Stefano, Parcheggio Zucchi (consulta il dettaglio delle vie all'interno dell'ordinanza n.22/2022).

Sanzioni per chi non rispetta i divieti

Le forze dell’ordine e la polizia locale vigileranno sul rispetto delle ordinanze, la cui violazione prevede una sanzione amministrativa di 300 euro.

In casi specifici di reiterata inosservanza delle disposizioni, il questore potrà disporre l’applicazione della misura della sospensione dell’attività fino a 15 giorni.

Ai sensi Regolamento di Polizia urbana e per la civile convivenza, a seguito dell’accertamento delle violazioni, qualora sia effettuata la contestazione amministrativa, è disposta la confisca delle cose che servivano o erano destinate a commettere la violazione e di quelle che ne sono il prodotto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter