Cronaca
Controlli

Avevano occupato una ventina di fabbricati abusivamente e rubavano energia elettrica

Al lavoro oltre 100 carabinieri in due campi nomadi di Bibbiano.

Avevano occupato una ventina di fabbricati abusivamente e rubavano energia elettrica
Cronaca Reggio Emilia, 31 Marzo 2022 ore 11:25

Lottizzazione abusiva e furto di energia elettrica nei campi nomadi: l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Campi nomadi: l'intervento di oltre 100 Carabinieri

BIBBIANO - Alle prime ore di ieri mattina, mercoledì 30 marzo, nel Comune di Bibbiano, oltre 100 carabinieri tra Comando Provinciale di Reggio Emilia, di Modena, di Parma e di Piacenza, personale dei Carabinieri Forestali, due unità cinofile del Nucleo di Bologna e due squadre S.A.T. del 5° Reggimento Carabinieri di Bologna, hanno eseguito un mandato di perquisizione e sequestro emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia.

La perquisizione è avvenuta in due campi nomadi, dove risiedevano circa una 60ina di persone, accusate di lottizzazione abusiva e di  furto di energia elettrica. L’attività nasce da un’indagine condotta dai carabinieri di Bibbiano, avviata a marzo 2021, inizialmente nei confronti di 5 indagati.

Le indagini e gli arresti

Nello specifico le indagini svolte, confrontando i rilievi aereo fotogrammetrici e quelli planimetrici e catastali con le misure delle unità abitative presenti sui lotti di terreni ha evidenziato delle irregolarità. Questi dati, insieme al fatto che l'ENEL ha dichiarato che in quegli insediamenti non risultavano forniture di energia elettrica e di gas, ha portato la Procura reggiana ad emettere un decreto per effettuare degli accertamenti.

Al termine delle prime verifiche, i Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato di furto aggravato di energia elettrica 14 persone, tutte poste agli arresti domiciliari in attesa di essere processate per direttissima. Oltre ai 20 moduli abitativi e strutture in muratura, sono stati sequestrati documentazione bancaria e carte prepagate per ulteriori approfondimenti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter