Cronaca
violenza sessuale

Entra come elettricista in casa di una donna e abusa di lei: confermato l'arresto

E' successo nel 2019 ed oggi è finalmente arrivata la condanna definitiva di 1 anno e 4 mesi di reclusione.

Entra come elettricista in casa di una donna e abusa di lei: confermato l'arresto
Cronaca Correggio e Bassa, 01 Luglio 2022 ore 10:53

GUASTALLA - Si è introdotto come elettricista in casa di una donna per un intervento e ha approfittato della situazione per abusare di lei. E' accaduto nel 2019 nella bassa reggiana, ma oggi finalmente è stata confermata la condanna.

Abusa della proprietaria della casa in cui entra come elettricista: denunciato

Mentre la proprietaria di casa gli faceva strada sulle scale per condurlo al luogo del guasto da riparare, l'uomo ha approfittato delle circostanze per alzarle la gonna e iniziare a toccarle le gambe e le natiche in modo deciso e insistente.

La vittima ha subito denunciato i fatti ai Carabinieri della stazione di Guastalla, così sono partite le indagini per il reato di violenza sessuale ed è stabilita un'ordinanza restrittiva.

In seguito, si è svolto l'iter processuale in cui il 46enne, a dicembre 2021, è stato riconosciuto come colpevole dal GIP del Tribunale Ordinario di Reggio Emilia, che lo ha condannato a 1 anno e 4 mesi di reclusione nonché alle pene accessorie dell’interdizione dai pubblici per 3 anni e in maniera perpetua dagli uffici di Curatore e Tutore.

La conferma della condanna

La condanna è divenuta esecutiva il 4 gennaio scorso e ha visto l’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia emettere il provvedimento di esecuzione per la carcerazione del 46enne che è stato trasmesso per l’esecuzione ai carabinieri della stazione di Guastalla. Ricevuto il provvedimento, i Carabinieri della stazione di via Allende lo hanno eseguito rintracciando presso la sua abitazione il 46enne che, previa notifica del provvedimento, veniva dichiarato in arresto e ristretto presso il carcere di Reggio Emilia per l’espiazione della pena.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter