Cronaca
Truffa online

Hacker ruba 3000 euro da un conto corrente e si compra un computer nuovo

L'uomo è stato identificato e poi denunciato dai Carabinieri di Collagna per frode informatica.

Hacker ruba 3000 euro da un conto corrente e si compra un computer nuovo
Cronaca Appennino, 12 Aprile 2022 ore 17:25

Un uomo residente nella provincia di Catania riesce ad effettuare l'accesso in un conto corrente e ruba 3000 euro.

Hacker 32enne riesce a rubare 3000 euro

COLLAGNA - Un uomo di 32 anni sfruttando le  sue conoscenze informatiche è riuscito ad entrare abusivamente nel conto bancario online di una malcapitata 40enne reggiana, portandole via circa 3.000 euro tramite un bonifico; questo denaro è stato poi utilizzato per acquistare un computer di ultima generazione.

L'intervento dei Carabinieri

A scoprirlo i Carabinieri della Stazione di Collagna, in provincia di Reggio Emilia, che con l’accusa di frode informatica hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia il truffatore della provincia di Catania.

Ad attivare i Carabinieri della Stazione di Collagna è stata la stessa vittima, che accorgendosi del bonifico di 2.945 euro grazie all'avviso ricevuto via sms dal proprio istituto di credito, si è rivolta ai Carabinieri della stazione di Collagna denunciando l’accaduto.

Le indagini e la denuncia

I militari della Stazione di Campagnola Emilia, grazie a mirate indagini telematiche sono risaliti all’indagato e hanno appurato che l'uomo era riuscito ad entrare in possesso delle credenziali d’accesso della donna e ad accedere al suo conto corrente online da cui ha effettuato il bonifico a favore del proprio conto corrente e utilizzando l’importo per acquistare un computer di ultima generazione.

L’hacker è stato poi denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di frode informatica. Le indagini dei Carabinieri di Collagna ora mirano ad accertare se il 32enne possa aver agito con le stesse modalità anche su altri conti correnti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter