Cronaca
Violenza sulle donne

Maltrattamenti e violenze contro la ex, ma il divieto di avvicinamento non basta

I militari della Tenenza di Scandiano hanno arrestato l’uomo eseguendo un provvedimento cautelare di aggravamento degli arresti domiciliari.

Maltrattamenti e violenze contro la ex, ma il divieto di avvicinamento non basta
Cronaca Scandiano e Pedemontana, 04 Aprile 2022 ore 10:47

Un uomo di 42 anni è stato arrestato dalle Forze dell'Ordine poichè, nonostante le misure cautelari, continuava ad importunare l'ex.

È stato arrestato dai Carabinieri, non rispettava il divieto di avvicinamento

REGGIO EMILIA – Una donna di 37 anni per oltre due anni, dall'estate del 2019 fino a quella del 2021, ha dovuto subire maltrattamenti da parte del marito. L'uomo, un 42enne residente nel reggiano, era solito ubriacarsi e questo lo portava a diventare violento nei confronti della moglie. I maltrattamenti potevano essere di vario tipo: dal tirarle i capelli, sbatterla a terra e lanciarle bottiglie di birra vuote e posaceneri, fino a colpirla sul volto, tanto da causarle ematomi.

La denuncia

La donna l’estate scorsa lo aveva denunciato; la Procura di Reggio Emilia aveva richiesto e ottenuto dal GIP del Tribunale di Reggio Emilia il divieto di avvicinamento, misura violata diverse volte e a cui aveva fatto seguito un ulteriore provvedimento il 3 marzo scorso, con l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Nonostante quest’ulteriore misura cautelare l’uomo ha continuato ad avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima. Sono dunque scattati gli arresti domiciliari sabato mattina, eseguiti dai carabinieri di Scandiano.

Un provvedimento molto simile a quello dello scorso 31 marzo, sempre a Reggio Emilia, ai danni di un 32enne che nonostante il divieto di allontanamento, ha proseguito a perseguitare la vittima.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter