Cronaca
il discorso

Nel 208° anniversario dell'Arma il colonnello Andrea Milani ricorda Saman Abbas: "trovare il corpo resta una priorità"

Incessante è stato l'impegno dei Carabinieri per la ricerca del corpo e la cattura dei responsabili, e lo sarà anche nei prossimi mesi.

Nel 208° anniversario dell'Arma il colonnello Andrea Milani ricorda Saman Abbas: "trovare il corpo resta una priorità"
Cronaca Reggio Emilia, 07 Giugno 2022 ore 10:33

"Consentitemi di ricordare solo quello che più di ogni altro ha scosso la coscienza della nostra comunità, ovvero la vicenda della povera Saman Abbas, le cui ricerche del corpo rimangono una priorità". Lo ha sottolineato il comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia, il colonnello Andrea Milani, nel discorso pronunciato per il 208° anniversario della Fondazione dell'Arma.

Il colonnello Andrea Milani ricorda Saman nel suo discorso per la cerimonia

REGGIO EMILIA - Il comandante ha ricordato le indagini fatte sul caso della 18enne pachistana, scomparsa da Novellara il 30 aprile 2021 e che si pensa sia stata assassinata dai familiari, dopo che lei si era opposta a un matrimonio combinato. Il cadavere è stato cercato per settimane intorno al casolare agricolo dove la ragazza viveva con la famiglia.

L'impegno dell'Arma e gli arresti

"Incessante - ha detto Milani - è stato ed è lo sforzo investigativo profuso, che ha consentito, tra l'altro, la cattura, in Francia e in Spagna, dello zio e dei cugini della giovane vittima, ritenuti i presunti autori del suo efferato omicidio assieme ai genitori ancora latitanti. Tali risultati operativi generali, non sono il frutto del caso ma di un lavoro intenso, sistematicamente condotto con il corale impegno di tutte le Forze di Polizia e l'attento ed imprescindibile sostegno dell'Autorità Giudiziaria. A ciò va aggiunta la calorosa solidarietà delle Istituzioni, nonché dei singoli cittadini".

L'attività e i risultati dell'ultimo anno

Nel corso della cerimonia il colonnello ha, inoltre, parlato di tutta l'attività svolta nell'ultimo anno: “Oltre 165.000 richieste d’intervento (quasi 500 al giorno), l’arma ha proceduto per quasi 15.000 delitti (pari a circa l’86% di tutte le denunce presentate in provincia”. Da giugno 2021 ad oggi i carabinieri reggiani hanno arrestato 277 persone, tra questi i presunti responsabili di 5 omicidi e 4 tentati omicidi, 34 violenze sessuali, 40 rapine, 240 furti, 28 estorsioni e 410 truffe. Oltre 90 i kg di droga sequestrata oltre a 1.200 piante di marijuana. Importante anche l’attività di prevenzione e gli incontri nelle scuole per la promozione della legalità, “in oltre 50 istituti scolastici, che hanno coinvolto circa 4.000 studenti di tutte le età”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter