Cronaca
spaccio

Vetto, droga in tasca e a casa: arrestato un 27enne reggiano

Ad insospettire gli agenti, il fare nervoso del ragazzo alla guida dell'auto fermata per normali controlli

Vetto, droga in tasca e a casa: arrestato un 27enne reggiano
Cronaca Appennino, 21 Settembre 2022 ore 11:34

Un 27enne è stato fermato dai Carabinieri di Castelnovo ne' Monti, ed è stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti, con sé e, i seguito ad una perquisizione, anche dentro casa, motivo per cui è stato tratto in arresto per spaccio.

Droga in tasca e a casa

VETTO - È incappato in un controllo stradale eseguito in località Rosano del comune di Vetto da un equipaggio dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Castelnovo ne' Monti. Il nervosismo che trapelava dal volto del conducente all’atto dei controlli ha insospettito i carabinieri che hanno optato per approfondire gli accertamenti. I militari non si sono sbagliati: l’uomo, appurato che i carabinieri erano intenzionati a procedere a un’ispezione personale e del veicolo, si è mostrato collaborativo e anticipando l’esito delle attività ha consegnato spontaneamente un pezzo di hashish del peso di 10 grammi che occultava nelle tasche dei pantaloni indossati.

La perquisizione

Alla luce di tali risultanze e supponendo che l’uomo potesse detenere a casa ulteriore stupefacente i militari si sono recati presso l’abitazione del ventisettenne dando corso a una perquisizione domiciliare. Anche in questo caso l’uomo si è mostrato collaborativo consentendo ai carabinieri di rinvenire circa una trentina di involucri contenenti sostanze stupefacenti del tipo hashish e marjuana di varie pesature per complessivi 135 grammi di hashish (compresi quelli rivenuti all’atto dei controlli stradali) e 60 di marjuana che occultava negli ambienti della sala e della camera da letto, tutto sottoposto a sequestro unitamente a un bilancino rinvenuto in cucina.

L'arresto

Appurati i fatti e ricondotta la detenzione ai fini di spaccio, il ventisettenne è stato quindi condotto in caserma, arrestato e ristretto a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia, diretta dal Procuratore Capo Calogero Gaetano Paci. Il relativo procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguirà per i consueti approfondimenti investigativi al fine di consentire al Giudice di verificare l'eventuale piena responsabilità dell’indagato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter